domenica 22 gennaio 2017

Recensione: Cuore Puro di Jennifer L. Armentrout


Risultati immagini per cuore puro armentrout


Titolo: Cuore Puro
Autore: Jennifer L. Armentrout
Data di Pubblicazione: 24 Novembre 2016
Editore: HarperCollins Italia
Pagine: 380

Prezzo: €16.00

Trama:
 "Gli Hematoi discendono dall'unione di dei e mortali, e i figli di due Hematoi di sangue puro hanno poteri di origine divina. I nati dall'unione tra i figli degli Hematoi e i mortali, invece... be', non proprio. I Mezzosangue hanno solo due possibilità: venire addestrati per diventare Sentinelle con il compito di combattere e uccidere i daimon o diventare servitori nelle dimore dei Puri. La diciassettenne Alexandria preferirebbe rischiare la vita lottando piuttosto che sprecarla pulendo i pavimenti, ma non è detto che ci riesca. La sua condotta, infatti, è tutt'altro che irreprensibile. Ci sono diverse regole che gli studenti del Covenant, come lei, devono seguire e Alex ha dei problemi con tutte, ma soprattutto con la numero 1: le relazioni tra i Puri e i Mezzosangue sono proibite. Sfortunatamente, lei è attratta da Aiden, bellissimo e... Puro. Comunque innamorarsi di Aiden non è il suo più grande problema, rimanere in vita abbastanza a lungo e diventare una Sentinella invece sì. Se fallirà nel suo compito, dovrà fronteggiare un futuro più terribile della morte o della schiavitù: diventerà un daimon, e Aiden le darà la caccia. E quella sarebbe una vera disgrazia."

Buongiorno a tutti cari lettori, quest'oggi vedremo insieme il secondo capitolo della serie Covenant: Cuore Puro. Sebbene nella recensione del primissimo libro, Tra Due Mondi, non mi sia dilungata in dettagli e commenti, come promesso, questa volta ci perderemo insieme nelle mille emozioni made in Armentrout!



"Nel corso dei secoli, per ogni generazione, nacque soltanto un Apollyon, con l'eccezione della cosiddetta Tragedia di Solaris. Nell'anno 3203 ED (1611 d.C.) un secondo Apollyon, femmina, fu scoperto nel Nuovo Mondo. La palingenesi risvegliò i poteri di Solaris nel giorno del suo diciottesimo compleanno, innescando una catena di eventi sconvolgenti e drammatici. [...] Si ritiene che il primo avesse percepito il risveglio dei poteri del secondo Apollyon il giorno del diciottesimo compleanno di quest'ultimo e che, ignaro delle conseguenze, l'avesse raggiunto nel Nuovo Mondo. Secondo le cronache, gli effetti della loro unione furono immensi e devastanti tanto per i Puri, quanto per i loro padroni, gli dei. Quando si incontrarono, come due metà destinate a unirsi, i poteri di Solaris passarono al primo Apollyon, che divenne tutto ciò che tutti avevano sempre temuto: lo Sterminatore di Dei."  tratto da Tra Due Mondi

Se avete seguito il mio consiglio e siete qui a leggere questa recensione significa che vi siete appassionati alla storia di Alexandria, e che avete scoperto, nella fine del primo volume, essere destinata a diventare il secondo Apollyon.
Certo, Alex non si aspettava di diventare un fenomeno da baraccone con poteri oltre l'inimmaginabile, specialmente se questi ultimi non servano nient'altro che fare diventare Seth l'Onnipotente Mezzosangue per eccellenza. Seth di fatti non la perde di vista per un solo istante, è letteralmente diventato la sua ombra: allenamenti, visite clandestine nella sua camera da letto...e seppure odioso Alex inizia lentamente ad apprezzare la presenza dell'Apollyon per una svariata serie di motivi: la notte allontana i feroci incubi che le ricordano i terribili istanti passati con la madre trasformata in Daimon, alleggeriscono i sentimenti proibiti per il giovane Aiden... In qualche modo inizia a stringere un legame, seppur in certi sensi involontario, con il giovane e ribelle Seth, potrà rivalere con l'enorme sacrificio del Puro Aiden? 
Quando i Daimon prendono d'assalto il Covenant, gli Dei, inferociti per la grave violazione, inviano le Furie, divinità minori destinate a sterminare qualsiasi pericolo per la scuola...che siano i daimon, l'Apollyon o Alex. 
In questo capitolo entriamo sempre più nel mondo degli Hematoi, e soprattuto assistiamo alla crescita di Alexandria: continua ad allenarsi duramente dopo essere stata rapita dai Daimon, si intensificano specialmente gli allenamenti con il giovane Seth, anche se la cosa di fatto non l'entusiasma particolarmente. Se in "Tra due Mondi" Seth fa semplicemente la sua comparsa, in quest'ultimo capitolo ne apprezziamo le qualità: un ribelle, egocentrico e narcisista, arrogante e sprezzante diciannovenne consapevole di avere enormi e distruttivi poteri. E se con Aiden la nostra protagonista è sempre sul baratro consapevole dei suoi desideri totalmente folli e proibiti, con Seth è un vero e proprio fuoco ardente e scoppiettante. 
"Pensavo che ci fossero due tipi di persone al mondo:quelle che si sedevano intorno al fuoco, a fissare le fiamme, e quelle che accendevano il fuoco. Io e Seth accendevamo il fuoco e poi ci ballavamo intorno."

Entrambi i protagonisti maschili hanno i loro punti forti, non c'è che dire, specialmente nei recenti avvenimenti in cui entrambi compiono grandi gesta per salvaguardare Alex,  è quindi difficile decidere chi sia migliore tra i due, ma ahimè... io ho quel maledetto debole per il ragazzaccio, per cui pendo incondizionatamente nelle grazie di Seth. 
Aiden è il Mr Perfettino della situazione, quello sempre pronto a fare la cosa giusta incurante dei propri sentimenti, ligio al suo senso del dovere...è palese al mondo che prova qualcosa per Alexandria, tuttavia quando si arriva al dunque è il primo a tirarsi indietro e a fingere che tutti i precedenti avvenimenti non sono altro che frutto di una semplice amicizia, che non provi nulla di più, e al contempo è contraddittorio quando dimostra la sua gelosia. In questo capitolo ho letteralmente detestato Aiden, perchè ha messo confusione a me, figuriamoci alla povera Alex!
Seth è completamente diverso, e in questo frangente, grazie alla complicità e compagnia di Alex fonte di divertimento tra gli avvenimenti cupi del Covenant: prima si odiano, poi litigano, insieme si sostengono, poi si sfottono e ancora sembrano amici inseparabili e infine, inevitabilmente, si desiderano.

"Attraversai i materassini, captando la fine di quello che stava dicendo Seth alla bella ragazza Mezzosangue con una miriade di capelli rossi e un seno notevole. 
- Forse dopo l'allenamento ti mostrerò le mie sfere di...-
Lanciai la bottiglietta d'acqua in testa a Seth. Lui si voltò di scatto e l'afferrò al volo. La ragazza gemette e fece un passo indietro, fissandomi. Ebbi il sospetto che se fossi stata una qualsiasi altra persona, mi avrebbe strappato i capelli.
 - Non è affatto carino.- disse Seth, gettando a terra la bottiglietta. 
- I cinque minuti sono finiti.-  Saltellai all'indietro di qualche passo, sorridendo.
Cross, un Mezzosangue che era diventato un habituè fra i nostri spettatori, diede di gomito all'amico. - Scommetto cento dollari che faranno un combattimento mortale prima della fine della settimana.- 
- Chi pensi che vincerebbe?- chiese sorridendo Will, un altro visto ormai familiare.
 - Io punterei su di lei.- Cross m'indicò con un cenno del capo. 
Gettai la testa indietro e sorrisi a Seth. IO, mimai con le labbra."

Insieme sono decisamente dinamite! E soprattutto più simili di quanto entrambi vorrebbero ammettere: impulsivi, passionali e sempre pronti a venire meno alle regole.
Ancora una volta Jennifer Armentrout ci mette davanti ad una difficile scelta delle parti, e ci catapulta in un mondo che diventa pagina dopo pagina sempre più coinvolgente.


Nessun commento:

Posta un commento